Val Camonica
  • 1 Comment
  • In bici
  • A piedi

L’itinerario “Tra natura e archeologia in Valcamonica” costeggia quasi interamente il Parco regionale dell’Adamello  e rappresenta uno straordinario connubio tra natura e testimonianze archeologiche.

 

Visualizza il percorso

Da Bienno a Breno

Il percorso parte da Bienno, paese certificato con il marchio “Bandiera Arancione” del TCI, antico borgo medievale rinomato soprattutto per la lavorazione del ferro. Tra le architetture religiose, si distinguono la seicentesca Parrocchiale dei Santi Faustino e Giovita, la Chiesa di Santa Maria, interessante esempio di architettura gotico-rinascimentale, e l’Eremo dei Santi Pietro e Paolo, all’esterno dell’abitato. Durante l’ultima settimana di agosto è possibile assistere alla “Mostra mercato dell’artigianato e dell’antiquariato” dove centinaia di artigiani eseguono dimostrazioni di forgiatura del ferro.

Da Bienno si va verso Cividate Camuno dove ha sede il Museo archeologico nazionale della Valcamonica che ospita tutto il materiale di epoca romana ritrovato nella valle (sculture, mosaici, iscrizioni e corredi funerari); tra i tanti reperti si segnala la statua in marmo bianco raffigurante un personaggio maschile in posa eroica. info

Il tragitto prosegue verso Breno, il centro abitato di maggiori dimensioni della media Valcamonica, dove è possibile visitare il Museo camuno che conserva una raccolta di manufatti ritrovati a partire dal 1905 ( info). Si consiglia inoltre la visita alla trecentesca chiesa di S. Antonio, rarissimo esempio di architettura camuna compiutamente gotica.

BS_Breno_FPA100277

CASTHELLO OSTELLO DI VALLECAMONICA

Via Mons. Bonomelli, 11
25043 Breno (BS)

+39 0364 32 79 92
+39 0364 32 79 92
ostellodivallecamonica@gmail.com
lato sud piani superiori

OLIMPIC HOSTEL

Via della Costa, 14
24020 Schilpario (BG)

+39 348 26 50 651
+39 346 55 044
ostello@studiopiziomarco.com

Da Breno a Capo di Ponte

Da Breno l’itinerario entra nella Riserva Regionale delle incisioni rupestri di Ceto-Cimbergo-Paspardo (clicca per info ). Questo sito, inserito dall’Unesco nella Lista del Patrimonio mondiale dell’Umanità, è sottoposto a tutela allo scopo di proteggere una vasta area punteggiata da numerose rocce incise grazie alle quali è possibile ricostruire il rapporto che i Camuni mantennero con altre culture alpine.

La Riserva ha il punto di ingresso a Nadro dove, all’interno del locale museo, ha sede e biglietteria. Gli altri accessi si trovano a Cimbergo, per le aree di Campanine-Figna e del Coren del Valento, e a Paspardo, per il Capitello dei Due Pini-Dos di Cüsta Peta, In Valle, Dos Sottolaiolo e Deria.

A poca distanza da Paspardo è possibile visitare, nel comune di Capo di Ponte, il Parco Nazionale delle incisioni rupestri di Naquane, il maggiore sito archeologico della valle. L’area, che occupa circa 30 ettari, comprende oltre cento rocce incise, un antico asse stradale, la ricostruzione di un villaggio tardo-neolitico, laboratori didattici e un centro di educazione ambientale.

L’itinerario prosegue lungo la statale 42 da dove è possibile effettuare delle brevi deviazioni, addentrandosi nell’area protetta per compiere escursioni tra le quali, la più famosa, è l’Alta via dell’Adamello che consente di attraversare quasi tutto il parco da sud a nord.

BS_Paspardo_FPA100480

OSTELLO DEL PITTORE

Via C. Bertolotti, 11
25050 Paspardo (BS)

+39 0364 48 372
+39 0364 48 50 42
info@ostellodelpittore.it
BS_Cevo_FPA100298

CASA DEL PARCO – CEVO

Via Roma
25040 Cevo (BS)

+39 0364 63 41 67
+39 0364 634167
info@essetiesse-srl.it

Da Capo di Ponte a Ponte di Legno

Tornando sul percorso, si giunge a Edolo, importante nodo viario della valle attraversato dal fiume Oglio, dove la Valcamonica entra in comunicazione con la Valtellina.

Di particolare interesse turistico sono la parrocchiale di S. Maria Nascente, ristrutturata e ampliata in più fasi, la chiesa di S. Giovanni Battista e l’antico e suggestivo Ponte Alto.

L’itinerario prosegue transitando per Vezza d’Oglio, comune posto allo sbocco della Val Grande e della Val Paghera: da non perdere una visita alla parrocchiale di S. Martino e alla “Casa del Parco” che organizza numerose attività escursionistiche.

Ponte di Legno, la località sciistica più nota della valle, chiude il percorso. Da qui è possibile raggiungere agilmente il Passo del Tonale e del Presena (dove si può sciare anche d’estate). Nel centro storico del paese si trova la Parrocchiale famosa per l’imponente altare opera di G.B. Zotti e della bottega dei Ramus.

BS_Vezza_FPA100247

OSTELLO CASA DEL PARCO DELL’ADAMELLO

Via Nazionale 132
25059 Vezza D'Oglio (BS)

+39 0364 76 16 5
+39 0364 76 16 5
alternamb@libero.it
FACCIATA

OSTELLO IL SEICENTO

Via Roma, 2/A
23030 Sernio (SO)

+39 350 500 100 4

info@ilseicento.com